Principi generali

1. responsabili

Ogni persona è responsabile del buon andamento della vita delle Residenze. Alcuni incarichi aiutano il buon funzionamento delle relazioni.
Tutors
Ogni residenza dovrà fare riferimento ad un responsabile per tutto ciò che concerne l’andamento della comunità.
Referente
Ogni comunità designerà un referente il quale avrà la responsabilità di favorire la comunicazione all’interno della comunità, favorire il buon andamento delle relazioni, raccogliere le eventuale esigenze emergenti e segnalare eventuali problemi o difficoltà all’interno della residenza.

2. organizzazione della comunità

Nella comunità si cerca di armonizzare l’equilibrio tra necessità individuali, spazi di autonomia e momenti comuni. L’attenzione agli orari e il rispetto dei residenti nascono dal rispetto per gli altri e dal desiderio di rendere più piacevole il vivere comune.
Pulizia di luoghi comuni. Al fine di mantenere l’ambiente accogliente e funzionale si stabiliscono turni settimanali di pulizie generali di cucina, bagni e spazi comuni che avvengono a rotazione. Al di là delle periodiche pulizie è altrettanto importante il mantenimento delle condizioni igieniche nella normalità della vita quotidiana. Soprattutto per quanto riguarda la cucina e il bagno è obbligatorio ripristinare l’ordine e la pulizia immediatamente dopo l’uso.
Durante l’anno ci saranno saltuari e concordati controlli per verificare lo stato di pulizia e integrità dei locali.
Pulizia stanze. La pulizia delle singole stanze è affidata agli occupanti, i quali si accordano su modi e tempi.
Lavanderia. Nelle abitazioni è presente la lavatrice e uno o più stendibiancheria ad uso comune.

3. vitto e mensa

L’associazione si impegna a provvedere con la collaborazione di tutti gli studenti al servizio della mensa per la cena (dal lunedì al mercoledì).
La cena è una pausa importante nella giornata e rappresenta un momento di convivialità; il servizio avviene secondo la modalità del self-service, mentre la pulizia della sala è effettuata a turno dagli studenti.
Ogni anno vengono assegnati ad ogni ospite un minimo di buoni pasto obbligatori il cui pagamento è da effettuarsi anticipatamente ogni bimestre. È necessario, in caso di contrattempi, disdire per tempo la propria prenotazione, in caso contrario la cena andrà pagata.
Per il buon funzionamento, oltre che per la sua gestione in economia, è necessaria una fattiva collaborazione da parte di tutti e l’osservanza delle indicazioni che sono esposte in sala.
Chi è intollerante o allergico a particolari cibi è tenuto a comunicarlo tempestivamente ai responsabili.
Colazione e pranzo
L’organizzazione e gli orari dei pasti sono organizzati in funzione alle attività comunitarie e di studio. La colazione è gestita singolarmente mentre è bene concordare gli orari per pranzo.

4. orari e varie

Riposo notturno.
Per il rispetto delle diverse esigenze di riposo dalle 23 alle 8 è obbligatorio il silenzio.
Studio.
In ogni residenza nella zona di studio deve essere garantito il silenzio.
Estranei.
L’ingresso negli appartamenti è limitato agli ospiti. Per eventuali esigenze è opportuno prendere accordi con i responsabili.
Per lo smaltimento dei rifiuti è necessaria massima attenzione al calendario settimanale di raccolta e alla differenziazione della raccolta – vedi diversità dei sacchi-. Le scale e i balconi non dovranno essere un deposito di immondizia e di bottiglie.
Uso di internet.
La presenza di Internet in casa è per favorire la comunicazione e lo studio, si raccomanda l’uso corretto.
La musica e la tv al di fuori degli appositi spazi/tempi concordati devono essere ascoltate in cuffia. Questi mezzi rendono facilmente accessibili anche programmi e contenuti volgari o immorali che vorremmo rimanessero fuori dalla vita dei singoli e dalle nostre residenze.